Condividi

CONTATTACI

Sì Breakfast consiglia

Caffè Vergnano 1882 per l’hotellerie

Sfondo (in Pagina Consigli)

La Community SiBreakfast si allarga accogliendo un partner di estrema qualità: Caffè Vergnano 1882, che ha affidato la distribuzione esclusiva, a partire dal caffè americano, nel canale hotellerie ai concessionari della rete SiBreakfast.

Un’altra marca importante si aggiunge a quelle già in assortimento, rendendo la community SiBreakfast quella che crede profondamente nel valore dei prodotti di marca sul tavolo della prima colazione in hotel, corrispondendo nei fatti a quel 38% di ospiti che sceglie di fare colazione in hotel solo se i prodotti sono di marca. Caffè Vergnano 1882 è una marca riconosciuta per la storicità dell’azienda, per le certificazioni che ne attestano la qualità, ma soprattutto per quel concetto di familiarità che, in questo caso, si fa concreto, tangibile, e che piace moltissimo all’ospite. Vergnano è, infatti, la più antica torrefazione presente in Italia; da più di 135 anni condivide la conoscenza e la cultura dell’espresso italiano, portandolo, anno dopo anno, in tutto il mondo, con una quota di export pari al 22% che coinvolge 90 paesi. Questo dato è importante per l’immagine positiva che l’Italia ha saputo creare in termini di life style e che sposta milioni di persone da ogni parte del mondo verso il nostro paese, verso i nostri luoghi e negli hotel. Ma non solo Vergnano ha questo primato; infatti l’azienda è stata la prima a lanciare le capsule compatibili con Nespresso sul mercato italiano.

La distribuzione per il canale hotellerie affidata a SiBreakfast

Ora Caffè Vergnano 1882 ha deciso di affrontare il canale hotellerie affidandosi a SiBreakfast, con quattro tipologie di caffè in grani e con la distribuzione, inizialmente, del caffè americano con la relativa macchina erogatrice per completare nel breve termine l’offerta con altri prodotti Vergnano, ideali per il breakfast e per la cortesia in camera. Per soddisfare la conoscenza della loro storia, delle tecniche e delle miscele l’azienda ha aperto, nel 2018 a Chieri (TO), una nuova Accademia, che si affianca alle altre già esistenti, dove esperti formatori spiegano che fare il caffè non è solo un processo industrializzato ma un percorso e un patrimonio che va protetto e tramandato, mettendo il consumatore sempre al centro. I corsi dell’Accademia Vergnano sono stati rinnovati, rendendoli più specifici per le esigenze dei diversi professionisti e del loro livello di preparazione. L’Accademia diventa quindi un’ulteriore occasione di apprendimento per il personale degli hotel clienti dei concessionari di SiBreakfast, la formazione viene considerata dalla community un’attività indispensabile per chi oggi vuole offrire un servizio altamente qualificato ai propri ospiti.

Come si produce il Caffè Vergnano

Fin dalle origini, 135 anni or sono, sulle colline piemontesi, dove ha sede l’azienda, si è scelto di preservare l’artigianalità e di mantenere il processo di tostatura lento e tradizionale, origine per origine. Solo così si riesce ad esaltare tutto l’aroma racchiuso nel singolo chicco. Un processo che, pur con una qualità tecnologica che si è rinnovata nel corso degli anni, è rimasto fedele alle scelte dei fondatori. I chicchi arrivano dalle regioni più vocate di Africa, Asia e America e “selezioniamo solo le migliori origini per le nostre miscele. Questo è il punto di partenza per l’ espresso perfetto” afferma Pietro Vergnano, responsabile ufficio acquisti dell’azienda. Ma non c’è solamente una volontà di avere la migliore materia prima a muovere i componenti della famiglia Vergnano. Dare nuove possibilità di lavoro in migliori condizioni di vita è l’elemento integrante di un bellissimo progetto nato in concomitanza con l’International Coffee Day dello scorso ottobre: Women in coffee, una linea di caffè il cui ricavato verrà destinato all’Associazione Dominicana delle Donne del Caffè (ADOMUCA) che rappresentano il 35% dei piccoli produttori dell’isola del Centro America. Con questo contributo Caffè Vergnano si impegna a sostenere economicamente la creazione di un laboratorio per la tostatura, macinatura e impacchettamento del caffè coltivato nelle piantagioni della Valle Hondo gestite dalle donne dell’associazione ADOMUCA, creando condizioni anche per la parità di genere. Un impegno solidale che si unisce a quello per l’ambiente e la sostenibilità; “Lavoriamo ogni giorno per migliorare cicli produttivi e packaging, per ridurre sempre più l’impatto ambientale e coinvolgere i nostri clienti e consumatori in questo circolo virtuoso”, ha dichiarato Pietro Vergnano, in qualità di direttore di stabilimento. Scelte che i 240 dipendenti e gli oltre 6.000 operatori dell’ho.re.ca. ben conoscono, dimostrando una fedeltà fuori dal comune a questa storica azienda del caffè.

I motivi che hanno favorito la partnership tra Caffè Vergnano 1882 e Community SiBreakfast

Sono diversi, oltre alla sensibilità sui temi sopradescritti che contraddistingue le due realtà. Ma su uno in particolare vogliamo mettere l’accento: il guardare avanti, capire come si evolveranno i mercati e i bisogni delle persone che viaggiano. “Le nostre miscele sono ricette che portano in tazza gli aromi di tutto il mondo”, racconta Carlo Vergnano, presidente dell’azienda familiare, per far capire come siano attenti alle abitudini, al gusto, alle tradizioni delle persone. “Abbiamo voluto questa partnership perché Caffè Vergnano 1882 ha le caratteristiche perfette per far parte di una community che sa unire gli aspetti distributivi dei prodotti, grazie ad un’efficace rete di concessionari sparsi in tutta Italia, alla qualità della marca. Condizione essenziale per il futuro del mercato” ha affermato Giuseppe Lochis, presidente della community SiBreakfast. Con queste premesse si apre una grande opportunità per tutti gli albergatori che vogliono fare della qualità il loro aspetto identitario.

Condividi

Torna all'elenco

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie.